Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / DIVA | il mito della primadonna

Musica

DIVA | il mito della primadonna

I lived for art: Elisabeth Schwarzkopf

con Ginevra Schiassi (soprano), Stefano Malferrari (pianoforte)

Elisabeth Schwarzkopf è stata uno dei più celebri e ammirati soprani del XX secolo, non solo per la sua bellezza, ma soprattutto grazie agli splendidi mezzi vocali e alla grande musicalità. Voce dolce e limpida, piena, morbida, estesa, molto duttile e agile, omogenea nei registri e sorretta da un’ottima preparazione tecnica. Soprano prettamente lirico, si è però accostata anche a parti d’agilità, grazie alla buona tecnica di coloratura, nonché ai ruoli più drammatici di Verdi (Alice Ford, Violetta).

Come attrice possedeva vivacità, grazia, fascino e senso della misura, qualità che le resero congeniali i ruoli belcantistici sette-ottocenteschi, ma grazie alla straordinaria versatilità si è fatta apprezzare anche in ruoli di carattere ed elegiaci. Oltre alle sue esibizioni operistiche, è da ricordare il suo contributo alla storia interpretativa del Lied tedesco (Mozart, Schubert, Wolf, Schumann, Mahler e altri), di cui fu anche ottima insegnante. Incise i Vier Letzte Lieder di Strauss, appena dopo la loro composizione. Tra i pianisti con cui ha inciso: Edwin Fischer, Walter Gieseking, Gerald Moore, Alfred Brendel, Glenn Gould. Verdi "Alzira" 1938, con Alfred Hubner, Rupert Glowitsch ed. a.

 

Ginevra Schiassi ha iniziato gli studi musicali presso il Conservatorio “G.B.Martini” di Bologna diplomandosi in Flauto con il M° Giorgio Zagnoni. Ha iniziato lo studio del Canto sotto la guida della Prof.ssa Clotilde Ronchi proseguendo con il M° Garbis Boyadjian al Conservatorio “G. Frescobaldi” di Ferrara, presso cui si è diplomata. Si è poi perfezionata con il Mezzosoprano Cristina Guarino, con il M° Claudio Desderi e il Soprano Beatrice Bianco. Soprano lirico, si dedica sia al repertorio lirico che a quello cameristico. Ha vinto il II Premio nella Terza Edizione del Concorso Lirico Internazionale “Giulio Neri” (Siena) nella sezione Musica Vocale da Camera; finalista e vincitrice del Premio “Seghizzi” nella XIII Edizione del Concorso Internazionale di Canto Solistico “Seghizzi”; vincitrice della VI Edizione del “Festival delle Arti” (Bologna). Nel 2008 ha debuttato presso il Teatro Comunale di Bologna nel ruolo di Aristea ne “L’Olimpiade” di Leonardo Leo diretta da Alessandro D’Agostini ed è stata impegnata nella I esecuzione assoluta del Concerto per pianoforte, soprano e orchestra di Marco Biscarini presso il Teatro “Santa Isabel” di Recife, con l’Orchestra Sinfonica di Recife diretta da Osman Gioia.

Stefano Malferrari ha studiato al Conservatorio G.B.Martini di Bologna e si è diplomato con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio G. Rossini di Pesaro, sotto la guida di Franco Scala. Successivamente, si è perfezionato con il pianista Jörg Demus. Classificatosi tra i vincitori di alcuni concorsi internazionali (Enna, Senigallia), ha tenuto concerti sia come solista che con orchestra (Orchestra Sinfonica della RadioTelevisione di Varsavia, Orchestra Sinfonica di Recife, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Accademia Bizantina), in formazioni da camera e in ensemble di musica contemporanea, per importanti associazioni e prestigiose sale da concerto italiane: Milano - Sala Verdi, Roma - Accademia Filarmonica, Firenze - Teatro Comunale, Bologna - Teatro Comunale. Ha tenuto concerti anche in Europa (Svizzera, Francia, Germania, Svezia, Croazia, Islanda, Norvegia) e Centro-Sud America (Messico, Perù, Colombia, Brasile). Ha partecipato a diversi festival internazionali: Rossini Opera Festival di Pesaro, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Maggio Musicale Fiorentino, MilanoMusica, Settembre Musica di Torino, Festival Internazionale di Bergen.

 

dalle ore 16.30 Afternoon Tea Room a cura di Giardino delle Camelie con il celebra-Té: CHA THAÏ BOPF. Tè nero tailandese in purezza

 

Quando

21 Marzo 2015
ore 17.15

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

€ 4.00
Rassegna

Nell'anno di ... i musicisti raccontano i musicisti 2015_1

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna