Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Didattica per le scuole / Metti in gioco la musica: la scuola va in museo

Il Museo della musica presenta Metti in gioco la musica - la scuola va in museo, il nuovo programma di educazione musicale per l'a.s. 2018/2019 per tutte le scuole di ogni ordine e grado.
Le attività didattiche sono suddivise in 5 diverse aree tematiche:

Primi Passi laboratori dedicati alla Scuola dell’Infanzia e al primo ciclo della Scuola Primaria

Strumenti musicali percorsi di propedeutica alla pratica musicale, esperimenti di composizione empirica e di performance d’insieme

Vocalità percorsi di propedeutica al canto, laboratori di circle songs e body percussion, atelier di composizione di testo per musica

Movimento espressivo percorsi dedicati alla danza

Storia e Patrimonio Musicale percorsi dedicati alla storia della musica, alla teoria musicale e all’acustica

Attraverso un approccio ludico e interattivo, che tiene conto delle esigenze degli alunni, delle aspettative degli insegnanti e delle indicazioni dei programmi scolastici, il Dipartimento educativo del Museo della Musica conferma il suo impegno a connotarsi come agenzia educativa e formativa di area musicale sul territorio di Bologna e della Città Metropolitana, ponendosi come obiettivo principale il far vivere a bambini e ragazzi una reale e soddisfacente esperienza musicale, che crei le condizioni di conoscenza e di consapevolezza necessarie per un incontro attivo e didatticamente fondato con le collezioni museali.
Inoltre, su richiesta, il Museo della Musica può concordare percorsi musicali speciali per integrare o ampliare progetti di classe su particolari temi legati al patrimonio e all’educazione musicale.
Alla programmazione ordinaria si aggiunge il progetto speciale MuseoMusicainTour con i laboratori musicali da svolgere in classe e le visite sonate de Il Museo riSuona, performance dal vivo e narrazioni musicali in museo con i musicisti.


Modalità di prenotazione

Le prenotazioni si effettuano on line: collegandosi al sito didatticabo.midaticket.it, gli utenti dovranno registrarsi seguendo le indicazioni per poter accedere ai servizi.
La registrazione è semplice, rapida e assolutamente gratuita. Sarà possibile scegliere il percorso desiderato e richiedere la prenotazione.
Successivamente l’utente sarà contattato secondo l’ordine di arrivo della richiesta, via e-mail o telefonicamente per definire i termini della visita e riceverà le indicazioni per l’invio della conferma definitiva.

Per informazioni contattare il Dipartimento educativo del Museo della musica:
tel. 051 2757732/733
e-mail labmuseomusica@comune.bologna.it

Le prenotazioni saranno aperte da martedì 11 settembre 2018

ATTENZIONE: L’eventuale disdetta dell’attività va inviata almeno tre giorni prima dell’effettuazione del laboratorio e/o visita. Ricordiamo che la mancata osservanza di questa regola crea disservizi nell’organizzazione e impedisce ad altri di usufruire del servizio.


Tariffe 

€ 70 ad incontro | laboratori e visite sonate (ingresso gratuito per classe e accompagnatori)
€ 60 | visite guidate e animate (ingresso gratuito per classe e accompagnatori)

I gruppi-classe possono essere composti da un massimo di 27 ragazzi.


Richiesta di gratuità su progetto

L’Istituzione Bologna Musei offre una quota di attività didattiche gratuite alle scuole di Bologna e della Città Metropolitana che presentino un progetto didattico legato alla valorizzazione delle collezioni museali, con particolare attenzione al patrimonio culturale come mezzo di integrazione e inclusione sociale e di dialogo tra culture differenti, a situazioni di particolare disagio o svantaggio (economico-sociale, linguistico, disabilità, Comuni colpiti dal terremoto 2012 ecc.), all’integrazione del laboratorio richiesto con progetti inseriti nel curriculum scolastico, alla continuità pluriennale del progetto, alla partecipazione di più classi della stessa scuola, alla scelta dei percorsi in più incontri ecc.
I progetti devono contenere le motivazioni, la descrizione e le modalità di svolgimento, specificando quali e quanti interventi si richiedono e devono essere inviati via e-mail a labmuseomusica@comune.bologna.it entro mercoledì 31 ottobre, utilizzando l’apposito modulo scaricabile in formato pdf o in formato doc.

Per la richiesta di gratuità bisogna selezionare l'attività d'interesse sul sito didatticabo.midaticket.it e nella scheda Richiedi Prenotazione nella sezione "Gratuità su progetto" selezionare Richiederò - se la richiesta di gratuità su progetto sarà inviata successivamente - o Già richiesta - se la richiesta è già stata inviata.

N.B.: visto l’alto numero di richieste di gratuità, solo una parte di esse potrà essere accolta. Per facilitare l’elaborazione del POF e per non rischiare di rimanere esclusi, si  ricorda che le prenotazioni seguiranno il seguente ordine di precedenza:
1) i laboratori a pagamento (prenotazione immediata, non necessitano della presentazione di progetto didattico)
2) i laboratori per cui venga richiesta la gratuità parziale (specificando nel modulo di progetto per quali e quanti incontri viene richiesta la gratuità)
3) i laboratori per cui venga richiesta la gratuità totale (secondo disponibilità al termine della selezione dei progetti)


Progetti di alternanza scuola/lavoro

L’Alternanza scuola-lavoro è una modalità didattica innovativa, che attraverso l’esperienza pratica aiuta a consolidare le conoscenze acquisite a scuola e testare sul campo le attitudini degli studenti, ad arricchirne la formazione e a orientarne il percorso di studio, grazie a progetti in linea con il loro piano di studi.
Si tratta di un'opportunità per sviluppare nuovi progetti di collaborazione fra i Servizi educativi dell'Istituzione Bologna Musei e le Scuole Secondarie di II grado del territorio: il ruolo formativo del patrimonio culturale trova un'ulteriore declinazione nella possibilità di contribuire alla definizione del curriculum dello studente.
Le proposte di progetto che coinvolgano una o più sedi museali dell'Istituzione sono da inviare a labmuseomusica@comune.bologna.it utilizzando l'apposita scheda disponibile in formato pdf o in formato doc.