Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Suoni in rivolta | 1969: la midlife crisis del jazz

  • >
Musica

Suoni in rivolta | 1969: la midlife crisis del jazz

Suoni in rivolta 1969/1979: dalla rivolta a John Travolta

1969: la midlife crisis del jazz
narrazione musicale con Veniero Rizzardi
intermezzi live> Enrico Merlin (chitarre), Giulio Scocchia (tromba)

La fine degli anni 60 segnava un momento difficile per il jazz. Chiudevano i locali, le vendite dei dischi diminuivano, nasceva un pubblico giovanile che aveva altri interessi musicali, persino gli intellettuali che ascoltavano Thelonious Monk si rivolgevano a Bob Dylan e Janis Joplin.
In poco tempo, però, il jazz dimostrò, ancora una volta, la sua vitalità e la capacità di trasformarsi.
Miles Davis fu il segnavia, e nel 1969 scolpì più di una pietra miliare sul suo percorso personale e nella storia del jazz.

Veniero Rizzardi, musicologo e storico dei media, insegna al Conservatorio di Padova e all’Univesrità Ca’ Foscari di Venezia. Ha pubblicato edizioni musicali e studi sulla musica del secondo Novecento (Nono, Maderna, Cage). Insieme a Enrico Merlin ha pubblicato Bitches Brew. Genesi del capolavoro di Miles Davis (Il Saggiatore, 2009).

Giulio Scocchia trombettista jazz, ha iniziato il suo percorso musicale a Milano presso l'Accademia Internazionale del jazz sotto la guida di Emilio Soana ottenendo il diploma di secondo livello in Tromba jazz, e ha potuto suonare con musicisti di spicco come Franco Cerri, Enrico Intra, Paolo Tomelleri, Franco D'andrea, Bruno Martino, Lucio Terzano, Fabio Jagher. Dopo il diploma, a Berlino ha iniziato a sperimentare con l'elettronica e la ricerca sul suono. Con il bassista polistrumentista Luca Fogagnolo e il mago del sound design Erik Honoré ha pubblicato il suo primo album Impermanence edito da Unit Records (Bern).

Enrico Merlin all'attività di musicista e compositore affianca quella di storico della musica del '900. Questi due mondi, che raramente si incontrano nella vita di un artista, danno vita ad una capacità creativa e divulgativa di rara forza espressiva. Nel ruolo di chitarrista e manipolatore sonoro ha partecipato a oltre 50 produzioni discografiche e a molti Festival internazionali. Scrive musica per il teatro e per documentari. Nel dicembre del 2017 ha pubblicato il volume Miles Davis 1959 A Day-By-Day Chronology, che narra attraverso la riproduzione dei documenti d'archivio, discografie dettagliate e analisi delle registrazioni di studio e live le vicende dell'artista in un anno fondamentale della sua carriera. Dal 2014 è parte del corpo docenti dei Seminari di Nuoro Jazz.

Quando

19 Ottobre 2019
ore 17

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

€ 5,00

Prenota il tuo biglietto:
fino alle ore 12 del giorno dell'evento (salvo esaurimento anticipato dei posti disponibili) è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell'evento) da questo link [bit.ly/900_crisis_jazz].

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.

In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì alla domenica ore 10>18.30).

Rassegna

#novecento 2019 - i musicisti raccontano i musicisti

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti