Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Empty music

Musica

Empty music

Empty music

Marco Frattini batteria
Gabriele Evangelista contrabbasso
Claudio Vignali pianoforte

Nel 2004 il batterista Marco Frattini ascolta per la prima volta le composizioni in piano solo di Chilly Gonzales.
Da quel momento quelle musiche non hanno più smesso di risuonare ed evolversi nel suo immaginario sonoro: i brani del compositore canadese cadono “ostaggio” di arrangiamenti mentali in cui il piano solista viene progressivamente assorbito in un complesso e avvincente mondo di variazioni tematiche, ritmiche e timbriche. Una vera e propria ossessione musicale che prende corpo grazie a questo trio jazz solo all’apparenza “classico” ma che si rivela capace di lanciarsi in inaudite incursioni verso rock, funk, prog e (ovviamente) chillout.

Marco Frattini comincia giovanissimo lo studio della batteria con il maestro Carlo Chiarelli. Si perfeziona nel linguaggio jazzistico sotto la guida di grandi maestri sia in Italia che presso il Berklee College of Music ed il New England Conservatory di Boston. La sua attività concertistica lo porta a collaborare con numerosi artisti appartenenti al mondo del jazz e a suonare in USA, Canada, Inghilterra, Francia, Danimarca, Olanda,Austria, Germania, Svizzera, Repubblica Slovacca, Slovenia, Croazia e Italia, partecipando ad importanti festival e concorsi nazionali ed internazionali (Miami Music Week, Glastonbury Festival, Babel Med, Vancouver International Jazz Festival, JazzMI, Roskilde Festival, The Great Escape, Norwich Sound & Vision, Eurosonic Festival, Simple Thing Festival, MTV Days, Reeperbahn Festival, Nitra Jazz Festival, Jazz Fair 2018, Bologna Jazz Festival, Firenze Jazz Festival, Primo Maggio Roma, Premio Fabrizio De Andrè, Bassano Opera Festival, Crossroads, B.I.A., Jazzahead! Festival, Premio Tenco, Folkest, Tango Y Mas, roBOt Festival...) ed a varie trasmissioni radiofoniche e televisive (MTV Days, RAI 2 Serata Tenco, RAI 3 Gazebo, RADIO 2 Caterpillar, X Factor 2020 (Sky), RADIO 3 Il Terzo Anello e Fahrenheit). Ha all’attivo più di settanta incisioni discografiche e svariate produzioni musicali e teatrali.

Gabriele Evangelista si è diplomato in contrabbasso nel 2006 con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore ministeriale presso l’Istituto Musicale "P.Mascagni" di Livorno nella classe del M° Paolo Tommasi, proseguendo poi gli studi con il M° Alberto Bocini. Dal 2010 Gabriele è il contrabbassista di Enrico Rava nel quintetto Tribe, con il quale ha realizzato l’omonimo disco per la prestigiosa etichetta ECM; è inoltre componente da tre anni del nuovo quartetto di Enrico Rava con Francesco Diodati ed Enrico Morello col quale ha registrato “Wild Dance” sempre per ECM. Ha partecipato alle trasmissioni televisive “Sostiene Bollani”, “L’importante è avere un piano” e “Via dei Matti numero 0” di e con Stefano Bollani con il quale attualmente suona in trio e nel “concerto Verde” per pianoforte e orchestra. Ha suonato nei più importanti festival e jazz club italiani ed europei, negli Stati Uniti (Birdland, San Francisco jazz festival), in Canada (Montreal Jazz Festival) in Marocco, Tunisia, Israele, India, Cina, Etiopia, Thailandia, Singapore, Indonesia, Iran e Argentina. Insegna contrabbasso e musica d’insieme nel Corso triennale di Diploma accademico “SJU – Siena Jazz Unversity” presso Siena Jazz – Accademia Nazionale del Jazz.

Claudio Vignali inizia giovanissimo lo studio del pianoforte studiando musica classica e improvvisazione. Viene definito dalla critica come: “pianista dotato di una tecnica strepitosa di straordinaria matrice classica, con un tocco pieno di colori” (A.Tenni), “pianista di grandi doti interpretative”, (Montreux International Jazz Piano Competition). È diplomato in pianoforte classico e in musica jazz con il massimo dei voti e la lode presso i Conservatori di Ferrara ed Adria. Si è esibito in alcuni tra i più importanti Festival, Teatri e Jazz Club italiani ed internazionali tra cui Montreux Jazz Festival - Grand Palace Montreux, Septembre Musical – VeveyMontreux, La Nuit des Pianistes (6 pianisti jazz e 6 pianisti classici selezionati in tutto il mondo), Oslo Grefsen Jazz Society, Eldmessa Project Frikirkjan and Iceland National Radio Reykjavik, Japan Tour Kob 2017, Switzerland Tenero Music Festival, Bremen Jazzahead Festival, Sanremo 2019 e molti altri. A marzo 2017 suona in Giappone in trio e piano solo. Il tour lo porta ad esibirsi in importanti jazz club e sale da concerto, ottenendo un ottimo riscontro dalla critica giapponese. Nello stesso anno insieme a Principato e Hiorth è in tour in Islanda, dove ha l’opportunità di suonare per la radio nazionale di Reykjavik. La sua attività lo ha portato a collaborare con importanti artisti di fama internazionale tra cui: Joe Locke, Rob Mazurek, Gretchen Parlato, Lucy Woodward (cantante degli Snarky Puppy), Arne Hiorth, Oddrun Eikli, Gunnar Gunnarsson, Tiger Okoshi, Tarun Balani, Fabrizio Bosso, Flavio Boltro, Mauro Negri, Maxx Furian, Fulvio Sigurtà, Achille Succi, Diana Torto, James Thompson, Carlo Atti, Diana Torto e tanti altri.

GUARDA la selezione di (s)Nodi 2022 su YouTube

ASCOLTA la preview playlist di (s)Nodi 2022 su Spotify

Quando

16 Agosto 2022
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

€ 10
€ 8 minori di 18 anni | studenti universitari con tesserino | Card Cultura

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO IN PREVENDITA:

- presso il bookshop del museo negli orari di apertura o il giorno del concerto a partire dalle ore 20.00

- on line (con una maggiorazione di € 1) su midaticket.it

Rassegna

(s)Nodi: festival di musiche inconsuete 2022

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti