Museo del Patrimonio Industriale

Museo del Patrimonio Industriale

ex Fornace Galotti
Via della Beverara, 123
40131 Bologna
Tel. 051.63.56.611
fax 051.63.46.053

museopat@comune.bologna.it

Biblioteca - Archivio
Museo del Patrimonio Industriale

Accesso solo su appuntamento
Via della Beverara, 123
40131 Bologna
Tel. 051.63.56.613
fax 051.6346.053

museopatbiblioteca@comune.bologna.it

Eventi/Appuntamenti / Noi siamo la Minganti. (anteprima del catalogo scaricabile gratuitamente)

  • >
Altre iniziative

Noi siamo la Minganti. (anteprima del catalogo scaricabile gratuitamente)

In questi giorni di sospensione delle attività e quindi di chiusura della mostra temporanea: Noi siamo la Minganti. Bologna e il lavoro industriale tra fotografia e memoria, 1919-2019, sono disponibili, scaricabili gratuitamente, le immagini in mostra che ricostruiscono le vicende della fabbrica, del lavoro e delle lotte degli uomini e donne della Minganti.

Scarica PDF

 

La mostra fa parte del più ampio progetto Il lavoro e la Minganti, lanciato in occasione del Centenario della fondazione delle Officine Minganti (1919-2019) in sinergia con il progetto Bologna metalmeccanic@, co-promosso dal Dipartimento di Storia Culture Civiltà, dal Museo del Patrimonio Industriale di Bologna, dall'Associazione di ricerca storica e promozione culturale Clionet e da Fiom-Cgil Bologna.

Il lavoro e la Minganti è un progetto storico-memoriale partecipato, che fa perno sul coinvolgimento attivo degli attori sociali del territorio. Nasce infatti dall’attivazione di un gruppo di ex-lavoratori ed ex-lavoratrici delle Officine Minganti, costituitosi nel Comitato Minganti Storica, interessati a non disperdere l’importante memoria e la cultura del lavoro che hanno trovato espressione nello stabilimento metalmeccanico nel corso del Novecento. Il carattere integrato e interdisciplinare della ricerca, l'intreccio tra indagine storica e impiego di nuove tecnologie, la raccolta e conservazione sia delle fonti documentali che della memoria orale, lo rendono un’esperienza pilota nell’ambito delle ricerche storiche sul lavoro dell’area bolognese.

Il percorso espositivo vede al centro una selezione di fotografie provenienti da archivi privati e pubblici, tra i quali l’Archivio del Museo del Patrimonio Industriale, l’Archivio Storico della Camera del Lavoro di Bologna e l’Archivio fotografico Fiom-Cgil Bologna. La scelta espositiva intreccia la memoria visiva della produzione a quella del lavoro, ritratto sia nella sua materialità e varietà all’interno dello spazio industriale sia nella mobilitazione contro la chiusura della fabbrica.

L’esposizione fotografica è accompagnata da oggetti e documenti originali, donati dagli stessi ex-lavoratori e prestati da collezionisti, che approfondiscono tre aspetti particolari strettamente collegati all’identità della Minganti: il marchio, la tecnica, la comunità di lavoro, con un focus specifico sulla squadra di pallacanestro Virtus Minganti. A corredo dell’allestimento fisico è stato realizzato un progetto video, composto da una video-installazione e un cortometraggio, per restituire al lavoro la propria memoria.

L’esposizione fotografica affronta tre macro-temi: la fabbrica e il lavoro industriale, la grande mobilitazione contro la chiusura dello stabilimento, gli spazi abbandonati dalla produzione industriale. Il primo nucleo di fotografie, databili tra anni Cinquanta e Settanta, ritrae gli ambienti interni ed esterni della fabbrica, rappresentati nella loro essenzialità geometrico-spaziale e autosufficienza, e il lavoro nello spazio industriale. Il lavoro incarnato e la macchina emergono a chiare lettere dagli scatti che immortalano profili di operai e tecnici, mentre altre fotografie ritraggono gruppi di lavoratori nei differenti reparti. Il secondo nucleo, composto da scatti che risalgono agli anni Ottanta, rappresenta vari episodi della lunga lotta contro la chiusura della fabbrica verificatasi nella prima metà del decennio. Le fotografie mostrano alcune fasi della mobilitazione che hanno avuto come teatro le vie del centro di Bologna, Piazza Maggiore e lo stesso Palazzo d’Accursio. Altre ritraggono i lavoratori in assemblea, all’interno degli spazi della mensa. L’ultimo nucleo è composto sia da fotografie dei primi anni Duemila che mostrano gli spazi abbandonati della fabbrica, dopo che ha cessato di essere un luogo di produzione, prima di eseere rifunzionalizzata a fini commerciali.

Quando

Dal 20 Marzo al 12 Maggio 2020

Informazioni

Museo del Patrimonio Industriale

tel. 051 6356611
fax 051 6346053
email

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo del Patrimonio Industriale

Via della Beverara, 123
40131 Bologna