Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Mirra–Kone duo

Musica

Mirra–Kone duo

Mirra/Kone duo
Pasquale Mirra vibrafono
Kalifa Kone balafon, ‘ngoni, percussioni

Le musiche tradizionali del Mali e dell’Africa centro-occidentale si incrociano con l’improvvisazione, la sperimentazione timbrica e le musiche di ricerca, in un duetto inconsueto dalle sonorità oniriche e trascinanti tra Pasquale Mirra, considerato uno dei più interessanti vibrafonisti della scena musicale nazionale ed internazionale, e Kalifa Kone, talentuoso polistrumentista maliano, che vanta collaborazioni eccelse avviate negli anni con personaggi del calibro di Babà Sissoko, maestro indiscusso del «Tamani», e di Salif Keita.

Pasquale Mirra ha studiato presso il Conservatorio di Salerno e successivamente si è laureato presso il Conservatorio G.B. Martini di Bologna. Collabora e ha collaborato con grandi improvvisatori della scena mondiale, tra i quali: Michel Portal, Fred Frith, Nicole Mitchell, Lansinè Kouyatè, Aziz Sahmaoui, Tristan Honinger, Ernst Rijseger, Rob Mazurek, Ballakè Sissoko, Buch Morris, Jeff Parker, Micheal Blake, Fabrizio Puglisi, Paolo Angeli, Gianluca Petrella, Domenico Caliri. Dal 2008 collabora stabilmente con il noto percussionista americano Hamid Drake con il quale suona e ha suonato in diversi progetti partecipando a numerosi festival in America e in Europa. Fa parte del Collettivo Bassesfere, associazione per lo sviluppo e la diffusione della musica improvvisata e di ricerca.
In ambito didattico svolge laboratori di strumenti a percussione presso le scuole primarie, attualmente lavora con Danilo Mineo ad un progetto didattico (I linguaggi che uniscono) rivolto all’educazione musicale, alla costruzione di strumenti musicali attraverso il riciclo dei materiali in vari istituti comprensivi statali di Bologna e Festival nazionali.

Kalifa Kone grande maestro polistrumentista maliano, suona diversi strumenti tradizionali dell'Africa Occidentale (djembe, doun doun, bara, balafon, tama, calabasse, ngonì, sabar) ed eccelle anche nella batteria. Fin da giovane, la sua vita è incentrata sulla musica: l'ascolto e l'osservazione degli anziani nelle cerimonie lo ha portato a sviluppare tecniche antiche di esecuzione su uno stile fresco e personale. In Mali suona con JLK Arny le percussioni tradizionali e nel 2000 entra a far parte dell'Orchestra Nazionale del Mali come batterista; collabora con Paul Chandler nella Scuola americana di Bamako e lavora presso lo Studio Mali come batterista e percussionista professionista. Partecipa a diversi tour nell'Africa Occidentale accompagnando cantanti maliani di fama internazionale come Oumou Sangare, Djeneba Seck, Abdoulaye Diabaté, Modibo Diabate, Nabitou Diakité, Yorro Diallo. Ha registrato con Mah Bara Soumano come djembefola e con Modibo Diabaté come batterista e percussionista. Partecipa all'Orchestra "Koutiala Orchestra" di Abdoulaye Diabaté per la registrazione del programma televisivo "Le Grand Sumu" che raccoglie tutti i migliori artisti provenienti dal Mali : lavora a fanco del suo Maestro Sidiki Camara, polistrumentista maliano. In Europa si stabilisce a Bruxelles dove suona come batterista nel gruppo di musica tuareg Kel Assouf e percussionista nel progetto con strumenti di riciclo Patafrica. Nel 2013 si stabilisce in Italia dove forma il suo gruppo Kalifa Kone Ensemble con musicisti autoctoni e la voce di Mamani Keita. Collabora come batterista e percussionista con Baba Sissoko, per anni insegna e suona le percussioni all'interno del Festival Internazionale della Danza e della Musica Africana MAMAFRICA. A Bruxelles nel 2015 riceve un riconoscimento internazionale come rappresentante in Europa della Musica e della cultura maliana.

Quando

24 Luglio 2018
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel. 051 2757711
fax 051 2757728
email

€ 10,00 / € 8,00
fino a esaurimento posti

Prenota il tuo biglietto:
fino alle ore 12.00 del giorno del concerto è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell’evento) da questo link [https://goo.gl/jiLzWA]
La prenotazione è valida fino alle ore 20.45 del giorno del concerto, orario oltre il quale i biglietti non ritirati saranno rimessi in vendita.

Rassegna

(s)Nodi: dove le musiche si incrociano 2018

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna