Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Odhecaton, rigo, note, lettere

Musica

Odhecaton, rigo, note, lettere

Griffo - La Grande Festa delle Lettere
Venezia, il nord e la nascita della stampa musicale
Odhecaton, rigo, note, lettere 

Odhecaton ensemble vocale
Alessandro Carmignani, Andrea Arrivabene, Gianluigi Ghiringhelli (controtenori)
Alberto Allegrezza, Vincenzo Di Donato (tenori)
Marco Scavazza (baritono)
Giovanni Dagnino, Marcello Vargetto (bassi)

direttore Paolo da Col

L’invenzione della stampa musicale fu da subito legata al repertorio polifonico sacro e profano (sino ad allora solo manoscritto) degli autori francesi e fiamminghi, ai quali nel ‘500 era riconosciuto il primato assoluto nella tecnica compositiva.
Nel 1501 lo stampatore Ottaviano Petrucci affidò per la prima volta al procedimento della stampa un intero volume di musiche polifoniche, con il titolo di Harmonice Musices Odhecaton. La squisita eleganza tipografica, la chiarezza e la precisione che contraddistinguono le stampe di Petrucci, stampatore umbro di Fossombrone trasferitosi a Venezia, erano dovuti alla particolare e assai costosa tecnica che prevedeva tre impressioni successive, corrispondenti a tre passaggi sotto il torchio del foglio di carta. Quelle stampe si avvalsero certo della collaborazione di competenti compilatori e redattori che garantirono la qualità delle selezioni operate nel repertorio polifonico sacro e profano, sino ad allora circolato manoscritto presso le corti degli stati territoriali e le sedi ecclesiastiche della nostra penisola.
Il programma prende spunto dal mottetto mariano di Marbrianus de Orto che, quasi viatico spirituale alla nascita della stampa musicale, apre la raccolta Odhecaton.
Lo affiancano alcuni altissimi esempi dell’arte mottettistica di compositori del Nord ispirati dalla devozione della Vergine, perlopiù usciti dai torchi petrucciani. Nei loro viaggi nella penisola, compiuti per le occasioni di impiego loro offerte, i cantori – compositori nordici sembrano trarre suggestioni dalla ‘facilità’ e dalla linearità del canto devozionale italiano: prevale un gusto per la dimensione verticale e armonica, che permette a tutte le voci di pronunciare assieme e distintamente i testi cantati. Quasi in un’ideale litania, si succedono testi liturgici e paraliturgici musicati con attenzione all'eufonica declamazione del testo: una preghiera cantata, che richiama agli occhi la quieta dolcezza che emana dalla ricca iconografia mariana fiamminga e italiana di quel tempo.

programma

Marbrianus de Orto, Ave Maria
Josquin Desprez, Inviolata, integra, et casta es, Maria
Gaspar van Weerbecke, Christi Mater, ave
Josquin Desprez, Ave Maria
Heinrich Isaac, Tota pulchra es - II pars, Flores apparuerunt
Antoine Brumel, Mater Patris et filia
Josquin Desprez, Salve Regina
Jacob Obrecht, Ave Regina celorum - II pars, Funde preces
Loyset Compère, Virgo caelesti
Nicolas Gombert, In illo tempore
Loyset Compère,  Ave Maria

tratti dalle opere:

1. Harmonice musices Odhecaton A, Venezia, O. Petrucci, 1501
2. Motetti A, Venezia, O. Petrucci, 1502
3. Motetti C, Venezia, O. Petrucci, 1504
4. Canti C, Venezia, O. Petrucci, 1504
5. Motetti de la corona, Libro quarto, Fossombrone, O. Petrucci, 1519
6. Motetti libro quarto, Venezia, Andrea Antico, 1521
7. Primus liber cum sex vocibus. Mottetti del frutto a sei voci, Venezia, Antonio Gardane, 1539

Sin dal suo esordio nel 1998, l’ensemble Odhecaton ha ottenuto alcuni dei più prestigiosi premi discografici e il riconoscimento, da parte della critica, di aver inaugurato nel campo dell’esecuzione polifonica un nuovo atteggiamento interpretativo, che fonda sulla declamazione della parola la sua lettura mobile ed espressiva della polifonia. L’ensemble vocale deriva il suo nome da Harmonice Musices Odhecaton, il primo libro a stampa di musica polifonica, pubblicato a Venezia da Ottaviano Petrucci nel 1501. Il suo repertorio d’elezione è rappresentato dalla produzione musicale di compositori italiani, francesi, fiamminghi e spagnoli attivi tra Quattro e Seicento. Odhecaton riunisce alcune delle migliori voci maschili italiane specializzate nell’esecuzione della musica rinascimentale e preclassica sotto la direzione di Paolo Da Col.
L’ensemble ha registrato in cd programmi dedicati a musiche di Gombert, Isaac, Josquin, Peñalosa, Compère e alla riscoperta del repertorio dei compositori spagnoli e portoghesi attivi durante il Seicento nelle isole Canarie. Con questi programmi Odhecaton è ospite nelle principali rassegne di tutta Europa e ha ottenuto significativi riconoscimenti discografici: diapason d’or de l’année, 5 diapason, choc (Diapason e Le Monde de la Musique), disco del mese (Amadeus e CD Classics), cd of the Year (Goldberg).
Odhecaton ha inoltre in repertorio la rappresentazione semiscenica dell’Amfiparnaso di Orazio Vecchi (con la regia di Enrico Bonavera e scene di Lele Luzzati) e la produzione sacra di Gesualdo da Venosa.
Dal 2008 Odhecaton ha rivolto grande parte del proprio impegno interpretativo alla musica di Palestrina. L’ensemble vocale si avvale occasionalmente della collaborazione di alcuni dei migliori strumentisti specializzati in questo repertorio, tra i quali Bruce Dickey e il Concerto Palatino, Gabriele Cassone, Liuwe Tamminga, Paolo Pandolfo, Jakob Lindberg, La Reverdie, Andrea De Carlo, e Ensemble Mare Nostrum.
www.odhecaton.it

Quando

4 Maggio 2018
ore 18.30

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

Griffo - La Grande Festa delle Lettere | sito web

€ 10,00
€ 8,00 | studenti universitari con tesserino, card Musei Metropolitani di Bologna, minori di 18 anni

Prenotazioni on line
fino alle ore 12 del giorno dell'evento (salvo esaurimento anticipato dei posti disponibili) è possibile prenotare i biglietti (con pagamento il giorno dell'evento) da questo link [http://bit.ly/2mULOL9]

I biglietti prenotati devono essere ritirati entro 15 minuti dall’inizio dell’evento presso la biglietteria, oltre i quali la prenotazione non sarà più ritenuta valida e i biglietti saranno rimessi in vendita.

In caso di disdetta si prega di annullare tempestivamente la prenotazione inviando una mail a prenotazionimuseomusica@comune.bologna.it o telefonando al n. 051 2757711 (dal martedì alla domenica ore 10>18).

Rassegna

#wunderkammer il museo delle meraviglie - 2018

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna