Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Ultimamusica: C’è un mondo da costruire qui

Musica

Ultimamusica: C’è un mondo da costruire qui

ultimamusica: musiche “inaudite” di questo (e altri) secoli

In.Nova Fert racconta 
C’è un mondo da costruire qui
le “nuove musiche” a 100 anni dalla composizione di Suite 1922 di Paul Hindemith

narrazione musicale di Alessio Romeo
live> Marco Pedrazzi e Diego Tripodi pianoforte

In Suite 1922, la scelta di aggiungere l’anno di composizione nel titolo non fu motivata solo dal fatto di aver messo insieme i nuovi generi di danza in voga in quegli anni.
La sua modernità senza sconti è non solo esempio eloquente del gusto musicale di allora, ma vero e proprio sismografo della cultura tra le due guerre mondiali lacerata tra le forze centrifughe dell’avanguardia e le esigenze centripete di un ordine nuovo.

In.Nova Fert nasce nell'ottobre 2018 all'interno del Conservatorio G.B. Martini di Bologna come formazione studentesca autogestita e dedita allo studio e alla esecuzione dei nuovi linguaggi musicali. La formazione cambia a seconda delle esigenze di volta in volta presentate dalla sperimentazione e dai progetti e riunisce giovani, spesso giovanissimi, interpreti. Nonostante la recente formazione, l’ensemble ha al suo attivo diverse partecipazioni: Bologna Modern 2018 e 2019, Teatro dell’Abc di Bologna (in collaborazione con FontanaMIX), Festival Echi di Arezzo, Amici della Musica di Modena. Hanno inoltre collaborato con il Teatro Comunale e il Conservatorio G.B Martini di Bologna e il Centro di poesia contemporanea dell'Università di Bologna.

__________________________

ultimamusica
musiche “inaudite” di questo (e altri) secoli

Il “secolo breve” a ben vedere non lo è stato poi così tanto, se al suo interno è riuscito a contenere espressioni artistiche lontane, diversissime tra loro e a volte addirittura contraddittorie, in ogni caso segnanti.
E a distanza di vent’anni, il Novecento in musica si porge così ai nostri occhi, ma soprattutto alle nostre orecchie: un’epoca fremente, impetuosa, a tratti problematica e avvolta in una mitologia tutta da conoscere.
Appuntamenti dedicati ai linguaggi, ai protagonisti, alle idee, alle curiosità e agli strumenti che contraddistinguono la “contemporanea“ di oggi e del secolo appena passato.

Quando

2 Dicembre 2022
ore 18

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
email

€ 6 / € 5

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO IN PREVENDITA on line

oppure presso il bookshop del Museo della musica in orario di apertura

Rassegna

#novecento 2022: i musicisti raccontano i musicisti

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti