Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Jazz Insight: Un lampo a due dita

  • >
Musica

Jazz Insight: Un lampo a due dita

Jazz Insight: la storia del jazz vista “da dentro”

Un lampo a due dita
gli scritti di Louis Armstrong

narrazione musicale con Emiliano Pintori pianoforte
con la partecipazione di Stefano Zenni
special guests> Enrico Farnedi tromba

Il 1922 non è stato solo l’anno di avvenimenti infausti, vi nacque infatti Charles Mingus, fu pubblicato per intero l’Ulisse di Joyce, ma fu anche l’anno in cui Joe “King” Oliver decise di inviare un telegramma ad un giovane cornettista di New Orleans per chiedergli di raggiungerlo a Chicago. Si trattava del ventunenne Louis Armstrong e la decisione di accettare quell’invito ha probabilmente cambiato le sorti di tutta la musica del Novecento.
E questo Insight sarà dedicato appunto ad Armstrong, ma da una prospettiva sorprendente. grazie alla presentazione di un’importante uscita editoriale legata alla storia del jazz: Un lampo a due dita. Scritti scelti a cura di Thomas Brothers (Quodlibet Chorus, 2021).
Infatti, oltre ad aver rivoluzionato la musica e il canto del XX secolo, Satchmo è stato anche uno scrittore prolifico: lettere, memorie, diari, autobiografie, un profluvio di parole in cui Armstrong sfoggia uno stile personalissimo, con idiosincrasie ortografiche e visive che trasformano il ritmo del racconto in vera e propria musica. Parole da cui riprende vita il mondo perduto di New Orleans e sprigiona l’umanità profonda di un artista incomparabile.
La serata vedrà la speciale partecipazione di Stefano Zenni, curatore per l’edizione italiana di questo lavoro e senza dubbio tra i più autorevoli studiosi di musica e cultura afroamericana oltreché dello stesso Armstrong, a cui ha dedicato un fondamentale lavoro monografico, mentre la parte musicale vedrà come ospite il trombettista Enrico Farnedi, musicista eclettico e versatile oltre ad essere fine conoscitore del repertorio del jazz classico.

Stefano Zenni fondatore e presidente della Società Italiana di Musicologia Afroamericana (SIdMA), è titolare della cattedra di Storia del jazz presso il Conservatorio di Bologna. Da 25 anni è il direttore della rassegna MetJazz presso la Fondazione Teatro Metastasio di Prato. Ha diretto il Torino Jazz Festival dal 2013 al 2017.
È autore di vari libri su Louis Armstrong, Herbie Hancock, Charles Mingus. Dal 2012 tiene con successo la serie di Lezioni di jazz presso l’Auditorium Parco della Musica di Roma. È stato a lungo collaboratore di Musica Jazz del Giornale della Musica. Redige le voci jazz per Dizionario Biografico degli Italiani (Treccani) e del Grove Dictionary of Jazz. È stato candidato ai Grammy Awards come autore delle migliori note di copertina. Collabora da oltre 20 anni con Rai Radio3.

Enrico Farnedi trombettista, arrangiatore, cantante è noto ai più per essere membro, con l’alias Rico Romano, della band The Good Fellas. Autore di buona parte degli arrangiamenti, il polistrumentista cesenate di formazione jazz da 13 anni presta voce e tromba al gruppo swing, con cui ha girato i festival di mezza Europa. Ha collaborato, come trombettista, con Vinicio Capossela, Quintorigo, Sam Paglia, Montefiori Cocktail, Tanita Tikaram, Cesare Cremonini, Steve Coleman, Cochi & Renato e con la cantante e attrice Françoise Hardy. Nel 2006 l’incontro con l’ukulele segna l’inizio di una nuova fase creativache culmina con il primo disco solista Ho lasciato tutto acceso (Sidecar/Brutture Moderne) nel 2010, a cui hanno fatto seguito un Ep in vinile Respira Bene e un disco di reinterpretazioni di canzoni di Lucio Dalla Al centro della confusione – Enrico Farnedi canta Lucio Dalla.

__________________________

Jazz Insight
un progetto di Emiliano Pintori per il Museo della Musica

Un ciclo di lezioni musicali, ideate e condotte da Emiliano Pintori, che insieme al suo pianoforte e autorevoli ospiti, offrirà uno sguardo "dall’interno", vale a dire dalla prospettiva di un musicista jazz, sulla musica africano-americana, sui suoi protagonisti e le vicende che ne hanno caratterizzato la storia.
Come negli anni precedenti, il pretesto che ha guidato la scelta degli argomenti è stato quello di importanti anniversari.
Con un approccio divulgativo, che non richiede al pubblico particolari competenze precedenti e con il sussidio di esempi musicali dal vivo e un selezionato materiale audio-visivo, i cinque incontri saranno occasione per entrare passo passo nelle dinamiche e nei meccanismi della musica di questi grandi autori, con semplicità, imparando ad apprezzarla e cercando di evitare i falsi miti ed i luoghi comuni che spesso ne ostacolano la comprensione.

Quando

26 Novembre 2022
ore 17.30

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
email

€ 6 / € 5

ACQUISTA IL TUO BIGLIETTO IN PREVENDITA:

- presso il bookshop del Museo della musica in orario di apertura

- on line (con una maggiorazione di € 1)

Rassegna

#novecento 2022: i musicisti raccontano i musicisti

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti