Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

Eventi / Jed Balak

  • >
Musica

Jed Balak

Jed Balak è Gnawa Beats & Moroccan’roll per un imperdibile concerto che parte dalla tradizione musicale degli Gnawa del Marocco e mette in evidenza le straordinarie affinità tra la musica mediorientale e quella popolare del sud Italia, in un vortice di melodie e ritmi ipnotici: un concentrato di energia cinetica inarrestabile che esplode coinvolgendo l’ascoltatore in un ballo estatico e liberatorio.

Jed Balak
Abdallah Ajerrar - voce, guembri, craqbl, tbel
Gianluca Sia - mandolino, bouzouki, chitarra el.ettrica, tastiere, voce
Mimmo Mellace - batteria, bendir, tianas, voce

Abdallah Ajerrar nativo di Essaouira, nel sud del Marocco, città considerata vera e propria capitale della cultura Gnawa, è stato da giovanissimo allievo del maestro Omar Hayat, nei cui diversi ensemble di musica tradizionale ha suonato per oltre 7 anni, tenendo concerti sia in Marocco che all’estero. Dotato di una voce calda e potente, è un virtuoso del Guembri, un particolare tipo di liuto a tre corde dal suono basso e allo stesso tempo percussivo, che riesce a combinare ritmi complessi e melodie circolari e ipnotiche, elementi tipici della musica gnawa. Negli spazi di improvvisazione percussiva del concerto, Abdallah utilizza anche le Craqbl, grandi nacchere di metallo, e il Tbel, un tamburo simile ad una grancassa, due strumenti in grado di produrre ritmi implacabili e assolutamente trascinanti.

Gianluca Sia calabrese di Davoli (Cz), polistrumentista, ha collaborato con numerose formazioni gravitanti nel panorama musicale bolognese e non, tra le quali I Picari, Etnia Super Santos, Les Hardonik, Kathartika, Ashai No Roots, Natural Mystic, La Morra. Suona mandolino, bouzouki, chitarra elettrica, sax e tastiere, sempre in bilico tra l’interesse per le sonorità elettriche e quelle acustiche.

Mimmo Mellace, catanzarese, ha sempre manifestato un grande interesse per le musiche dei popoli dell’area mediterranea, in particolare per i ritmi tipici del Maghreb, utilizzandoli spesso nelle composizioni di alcune formazioni delle quali ha fatto parte, come i Re Niliu, storico gruppo calabrese che ha espresso al meglio il concetto di World Music, il Parto delle Nuvole Pesanti, il cantautore gallese Brychan Llir, etc. Considera l’incontro con Abdallah Ajerrar e Gianluca Sia una sorta di personale quadratura del cerchio in senso artistico, dove convivono Nord Africa, Sud Italia, Krautrock, Trance Beats.

Quando

28 Luglio 2015
ore 21

Informazioni

Museo internazionale e biblioteca della musica

tel 051 2757711
fax 051 2757728
email

€ 10,00 intero
€ 8,00 ridotto
L'ingresso è consentito fino ad esaurimento posti

(s)Nodi è inserito nel cartellone di bé bologna estate 2015

Rassegna

(s)Nodi: dove le musiche si incrociano 2015

Dove

Ingrandisci mappa

Museo | Museo internazionale e biblioteca della musica

Strada Maggiore, 34
40125 Bologna

Documenti