Museo internazionale e
biblioteca della musica di Bologna

In Museo / Le collezioni / Il laboratorio di liuteria di Otello Bignami

In una sala situata al piano terra di Palazzo Sanguinetti è stato ricostruito fedelmente il laboratorio di liuteria del bolognese Otello Bignami (Bologna 1914–1989), donato al Comune di Bologna dai suoi eredi e originariamente sito in via Guerrazzi 10.

Bignami nacque a Bologna il 6 agosto del 1914. Iniziò la sua carriera come violinista e si avvicinò alla liuteria negli anni ’40, dopo una lunga pratica di restauro del legno da autodidatta.

Agli inizi degli anni ‘50, alla ricerca di un più preciso modello bolognese, avvicinò il liutaio Gaetano Pollastri che apprezzò moltissimo le capacità del giovane e i risultati da lui conseguiti, soprattutto nella composizione e applicazione della vernice, perciò lo prese a bottega e lo invitò a firmarsi come suo allievo nelle etichette.

Nel frattempo Bignami era stato ammesso a far parte della grande Mostra Internazionale di Cremona. Cominciarono così le prime committenze dai vari Conservatori Italiani (Roma, Bologna, Ferrara, Napoli). Il crescendo di consensi e di successi lo portò a dedicarsi alla liuteria a tempo pieno.

Nel 1957 ottenne la Medaglia d'Oro al premio Wieniawski di Poznan in Polonia e il premio speciale quale “miglior liutaio d'Italia”. Iniziò così un prolifico e significativo rapporto con i più importanti e prestigiosi musicisti provenienti da tutto il mondo.

Nel 1971 si diplomò in violino presso l'Accademia Filarmonica di Bologna che nello stesso anno lo insignì del prestigioso titolo di Accademico per meriti liutai.

Nel 1979 venne nominato Direttore della “Scuola di Liuteria Artistica Bolognese”, promossa da Comune e Provincia di Bologna, Regione Emilia Romagna e Cna Bologna e creò un importante corso di formazione professionale che ha creato un numeroso gruppo di ragazzi e ragazze che sono oggi liutai in Bologna e nel mondo. L’esperienza di questa scuola è stata determinante per assicurare la continuità della tradizione liutaria bolognese.

L’attività di Otello Bignami si compendia di oltre 350 strumenti. Con l'esperienza nel restauro del legno e il suo sensibile intuito, Bignami era proiettato in una propria ricerca del bello: lavorò alle teorie sugli spessori, sperimentando la ricerca di una sua vernice per soddisfare esigenze sia acustiche che estetiche, finendo col dare ai suoi strumenti una personalità originale.

Otello Bignami ottenne, nel corso di 40 anni di incessante attività artistica, i principali riconoscimenti internazionali del settore, diventando esponente di prestigio della scuola di liuteria bolognese del Novecento.

Nel laboratorio, perfettamente funzionante e dotato di tutte le attrezzature, le sagome, le vernici, gli strumenti di lavoro utilizzati dal maestro, è possibile effettuare visite guidate su appuntamento, in cui un esperto illustrerà le fasi lavorative principali e le metodologie utilizzate per la creazione degli strumenti.