Istituzione Bologna Musei

Istituzione / Struttura organizzativa

Descrizione della struttura organizzativa dell’Istituzione Bologna Musei e delle funzioni svolte:

Direttrice: Francesca Bruni

Segreteria di Direzione: Eva Fuchs
segreteriadirezioneMAMbo@comune.bologna.it

U.I. Amministrazione e servizi generali
Responsabile: Claudia Comandini
claudia.comandini@comune.bologna.it

U.O. Comunicazione, promozione e marketing
Responsabile Comunicazione: Melissa La Maida
melissa.lamaida@comune.bologna.it

Responsabile promozione e marketing: Elisa Schiavina (anche referente promozione e marketing per l’U.I. Arte moderna e contemporanea)
elisa.schiavina@comune.bologna.it

U.I. Mediazione culturale e servizi educativi
Responsabile: Veronica Ceruti (anche referente per servizi educativi per l’U.I. Arte moderna e contemporanea)
veronica.ceruti@comune.bologna.it

U.O. Sicurezza e manutenzione delle strutture
Responsabile: Fabio Capponcelli
fabio.capponcelli@comune.bologna.it

U.I. Area Archeologia
L'area ha come fulcro il Museo Civico Archeologico, con sede in Palazzo Galvani. L'area disciplinare ha lo scopo di dare al Museo Archeologico un ruolo di coordinamento per la valorizzazione del patrimonio archeologico della città e del territorio, sulla base di programmi condivisi e convenzioni con la Soprintendenza Archeologica dell'Emilia-Romagna, l'Università di Bologna e le istituzioni e gli enti altri che afferiscono a questa disciplina. Garantisce la tutela, la conoscenza e la valorizzazione del proprio patrimonio culturale assicurando e sostenendo la sua conservazione, la ricerca e favorendone la pubblica fruizione.
Responsabile: Paola Giovetti
paola.giovetti@comune.bologna.it

U.I. Area Storia e Memoria
L’area ha come fulcro il Museo del Risorgimento che ha la sede espositiva a Casa Carducci e la Biblioteca/Archivio nel Palazzo Galvani. Dal 2009 cura anche la valorizzazione culturale del Cimitero Monumentale della Certosa, fondato nel 1801 riutilizzando le strutture dell'antico convento certosino. L’area disciplinare all'interno dell'articolata struttura dell'Istituzione ha un ruolo di coordinamento per la valorizzazione del patrimonio relativo alla storia e alla memoria della città e del territorio promuovendo collaborazioni e sinergie con altri musei, istituti culturali e altri enti che afferiscono a tali tematiche. Garantisce la tutela e la valorizzazione del proprio patrimonio culturale assicurando e sostenendo la sua conservazione e favorendo la pubblica fruizione.
Responsabile: Otello Sangiorgi
otello.sangiorgi@comune.bologna.it

U.I. Area Arte antica
L’area trova il suo riferimento nel sistema dei Musei Civici d’Arte Antica, comprendente il Museo Civico Medievale con sede a Palazzo Ghisilardi; le Collezioni Comunali d’Arte a Palazzo d'Accursio e il Museo Davia Bargellini che ha sede nel seicentesco palazzo appartenuto prima alla famiglia Bargellini e poi a quella Davia. Svolge un ruolo di coordinamento nella valorizzazione del patrimonio storico artistico della città e del territorio tra altomedioevo e età moderna attraverso programmi condivisi con le Soprintendenze competenti, con l’Università degli Studi (DARvipem) e con altre Istituzioni (Genus Bononiae) ed enti laici e religiosi (Musei Diocesani) che afferiscono alla stessa disciplina. Garantisce la tutela e la valorizzazione del patrimonio culturale conservato nei tre musei assicurando e sostenendo la sua conservazione e favorendone la pubblica fruizione.
Responsabile: Massimo Medica
massimo.medica@comune.bologna.it

U.I. Area Arte moderna e contemporanea
L'area ha come obiettivo, oltre alla tutela e la conservazione del patrimonio artistico, il coordinamento e la promozione delle attività volte a favorire la più ampia conoscenza, ricerca e sperimentazione dell'arte contemporanea, documentando con un adeguato complesso espositivo e didattico le ricerche estetiche, le esperienze artistiche e le trasformazioni della cultura visiva, nella loro pluralità di temi e linguaggi. L’attività espositiva è concentrata al MAMbo che accoglie dal 18.11.2012 anche il Museo Morandi e a Villa delle Rose; la dimensione museale assume carattere documentale e di testimonianza storica nel Museo per la Memoria di Ustica e in Casa Morandi, prezioso riferimento per studiosi dell'opera dell'artista bolognese. La Residenza per artisti Sandra Natali, di recente acquisizione, contribuisce invece a fornire un supporto logistico a giovani artisti, temporaneamente a Bologna per finalità culturali.
Responsabile: Francesca Bruni (direttrice Istituzione Bologna Musei)
segreteriadirezioneMAMbo@comune.bologna.it

U.I. Area Patrimonio industriale e cultura tecnica
L’area ha come fulcro il Museo del Patrimonio Industriale, collocato nell’area proto industriale della città, lungo il canale Navile, all’interno della Galotti. Scopo dell’area è la valorizzazione dell'identità industriale e della cultura tecnico-scientifica. L’obiettivo è consolidare una rete di coordinamento e valorizzazione del patrimonio industriale attraverso l'implementazione delle relazioni che vede quali interlocutori consolidati del Museo i principali attori della produzione industriale della nostra area, musei, istituti culturali e altri enti pubblici e privati che afferiscono a tale tematiche.
Responsabile: Maura Grandi
maura.grandi@comune.bologna.it

U.I. Area Musica
L'area ha come fulcro il Museo internazionale e biblioteca della musica, con sede nello storico Palazzo Aldini Sanguinetti, in Strada Maggiore 34. L'area disciplinare ha lo scopo di dare al Museo della Musica un ruolo di coordinamento per la valorizzazione del patrimonio artistico e librario assegnati e per la promozione della cultura musicale nella città e nel territorio, sulla base di programmi condivisi e convenzioni con l'Università di Bologna, il Conservatorio di musica G.B. Martini, la Fondazione Teatro Comunale e le istituzioni e gli enti altri che afferiscono a questa disciplina.
Responsabile: Jenny Servino
jenny.servino@comune.bologna.it

 

Altre informazioni

Direzione e uffici:
via Don Minzoni 14
40121 Bologna
tel. +39 051 6496611
istituzionebolognamusei
@comune.bologna.it