Istituzione Bologna Musei

News / Inaugurato un Baby Pit Stop al Museo della Musica

L'Istituzione Bologna Musei è lieta di aderire a Baby Pit Stop, il progetto varato da UNICEF Italia nell'ambito del Programma nazionale Insieme per l'Allattamento Ospedale&Comunità amici dei bambini, finalizzato al sostegno e alla sensibilizzazione della cura dell'infanzia attraverso l'allestimento di aree attrezzate per accogliere i genitori che vogliono allattare i propri figli quando si trovano fuori casa.

A partire dal 22 settembre 2021, il servizio gratuito sarà attivato al Museo internazionale e biblioteca della musica, nel foyer della Sala Eventi, in occasione dello svolgimento di attività educative per gli utenti piccolissimi e i loro accompagnatori adulti, grazie alla collaborazione e al sostegno del Soroptimist Club di Bologna.

Accanto a una comoda poltrona e a un fasciatoio, sarà presente materiale informativo con i consigli di UNICEF ai genitori per promuovere una sana alimentazione, il gioco per stimolare l'interesse e la curiosità per una cura responsabile allo sviluppo della prima infanzia. La fruizione dell'ambiente sarà garantita secondo le condizioni imposte dalla normativa vigente in materia di igiene e sicurezza.

L'inaugurazione al pubblico della stanza dell'allattamento si è svolta mercoledì 22 settembre alla presenza di Maurizio Ferretti (direttore Istituzione Bologna Musei), Jenny Servino (direttrice Museo della Musica | Istituzione Bologna Musei).

Per il Soroptimist Club di Bologna sono intervenuti Lucia Gazzotti (presidente), Manuela Incerti (delegata), Raffaella Pannutti (segretaria) e Patrizia Tomba (consigliera).

Era inoltre presente Nicoletta Grassi, presidente regionale UNICEF.

L'Istituzione Bologna Musei ha scelto di comunicare questo forte segnale di attenzione nei confronti dei diritti dei più piccoli, che sottolinea l'importanza dell'allattamento sia come bisogno primario sia come momento di crescita affettiva e culturale, in coincidenza dell'avvio di attività laboratoriali ludico-didattiche rivolte a un pubblico di giovanissimi.