Musei Civici d'Arte Antica

Museo Civico Medievale
Via Manzoni, 4
40121 Bologna
tel. 051 2193930 - 2193916
fax 051 232312
email

Museo Civico d'Arte Industriale e Galleria Davia Bargellini
Strada Maggiore, 44
40125 Bologna
tel. 051 236708
email

Collezioni Comunali d'Arte
Piazza Maggiore, 6
40121 Bologna
tel. 051 2193998
email

Museo del Tessuto e della Tappezzeria "Vittorio Zironi"
Via di Casaglia, 3
40135 Bologna
tel. 051 2194528 - 2193916
fax 051 232312
email

Percorsi collezionistici / Ricerca / La collezione islamica del Museo Civico Medievale

Coppa in ottone

Coppa in ottone fuso con decorazione incisa e incrostata in argento; epoca di Badr al-Din Lu’lu (1210-1259)

Informazioni aggiuntive

Questa coppa in ottone fuso è caratterizzata da una elegante ed equilibrata ornamentazione, epigrafica e figurata, sia sulla parete esterna che su quella interna. La forma della coppa, su piede ad anello e una parete dritta svasata, è più caratteristica dell’arte ceramica che non di quella dei metalli; inoltre la superficie (soprattutto quella esterna, e un po’ meno l’interna) è lasciata come sfondo libera da ornati. Le fasce iscritte sono tre: una, corsiva, intorno al piede, un’altra a metà della parete esterna (intervallata da medaglioni figurati polilobati), in corsivo su sfondo di arabeschi floreali; la terza e ultima è all’interno e sotto il bordo (anche in questo caso con quattro medaglioni circolari figurati) in un bel cufico animato, ovvero con la parte superiore delle aste delle lettere sagomate come dei volti umani. Nelle iscrizioni è nominato Najm al-din ‘Umar al-Badri, funzionario della corte all’epoca dell’atabeg Badr al-Din Lu’lu (1210-1259) dapprima vizir della dinastia Zenghide e poi sovrano indipendente. E’ in questa fase storica, la prima metà del XIII secolo, che si sviluppa una delle più importanti scuole artistiche della toreutica musulmana, quella di Mosul, e questa coppa è collegata al più ristretto nucleo di importanti opere databili e collocabili in una specifica sfera culturale. L’esterno è ben equilibrato (la cifra stilistica e caratteristica peculiare dell’oggetto) e nei medaglioni, marcati da disegni di arabeschi e intervallati da coppie di rosettine a otto petali, vi sono scene di caccia, tipiche di questo repertorio regale. All’interno i medaglioni circolari mostrano un personaggio seduto a gambe incrociate che tiene in mano un bicchiere. Fra la banda iscritta e il fondo che è decorato vi è una fascia di foglie di semipalmetta continue e una sorta di frangia costituita da piccoli segmenti lanceolati, un motivo che circonda e isola anche il centro della coppa. Lì c’è una teoria di cavalieri cacciatori disposti in cerchio con molta eleganza. E’ un oggetto raro e importante. La coppa proviene dalle Collezioni Universitarie di Bologna.

Provenienza: Jazira o Iran occidentale
Datazione: Epoca di Badr al-Din Lu’lu (1210-1259)
Materiale: Ottone fuso con decorazione incisa e incrostata in argento
Dimensione: H. cm. 9,8
Numero di inventario: Bologna, Museo Civico Medievale, Inv. n. 2128

Torna all'introduzione

Immagini

Museo | Museo Civico Medievale