Museo Civico Archeologico

NOTIZIE / In prestito fuori dal Museo / RE-COLLECTING. Castagne matte

Dal 23.10.2020 - 08.12.2020

Bologna, MAMbo, Project Room

 

Nell'ambito del nuovo ciclo di focus espositivi denominato RE-COLLECTING, ideato da Lorenzo Balbi, che indaga aspetti particolari, opere e temi delle collezioni MAMbo e Museo Morandi, Castagne matte, a cura di Caterina Molteni, riflette sulla ritualità come dimensione sociale, religiosa e artistica.

Castagne matte prende il nome dall'epiteto dato al seme dell'Ippocastano che, custodito nella tasca del proprio cappotto, si pensa riesca a scacciare le influenze autunnali.
In un'epoca caratterizzata da crisi ecologiche, sanitarie e politiche, mentre lo sviluppo tecnologico permette l'affinamento di AI (Artificial Intelligences) capaci di analizzare grandi quantità di dati e ampliare le capacità di problem solving umano, torna centrale una sensibilità basata su credenze, ritualità intime e collettive che trovano i propri principi in un mondo “magico”, capace di generare una nuova coscienza del sé e dell'ambiente vissuto.
Dagli oggetti scaramantici e alla creazione di feticci, dall'istituzione sociale di idoli religiosi ai riti collettivi che oggi amplificano le rivendicazioni politiche, la mostra offrirà una riflessione sulla natura della ritualità nel contemporaneo.

Grazie alla collaborazione con il Museo Civico Archeologico di Bologna, Castagne matte è arricchita da una sezione di oggetti, provenienti dalla Collezione romana del Museo che raccontano le pratiche scaramantiche di epoca romana.

 

Attacco di manico mobile a forma di testa di Medusa
Bronzo
I secolo a.C. - II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Base decorata a rilievo da una testa di Gorgone
Bronzo
II- inizi del III secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Lucerna a volute doppie con testa grottesca di Gorgone
Terracotta
I secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Palagi
Bologna, Museo Civico Archeologico
Bulla
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Palagi
Bologna, Museo Civico Archeologico
Amuleto fallico umanizzato e armato
Bronzo
I secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Amuleto fallico con catenella di appensione
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Campanello (tintinnabulum)
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Amuleto con fallo alato e mano che fa le fiche
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
Bologna, Museo Civico Archeologico
Amuleto a forma di rametto di ruta (cimaruta) con mano che fa le fiche
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Palagi
Bologna, Museo Civico Archeologico
Statuetta raffigurante il dio Arpocrate (Horus bambino)
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Palagi
Bologna, Museo Civico Archeologico
Statuetta raffigurante un gladiatore
Bronzo
I-II secolo d.C.
Provenienza ignota; già Collezione Palagi
Bologna, Museo Civico Archeologico
Due laminette incise con iscrizioni e disegni di maledizione (defixiones)
Una di esse contiene una maledizione mortale contro un tale Porcellus, di professione
veterinario, e sua moglie.
Piombo
IV-V sec. d.C.
Provenienza ignota
Bologna, Museo Civico Archeologico
  1. - Attacco di manico mobile a forma di testa di Medusa, Bronzo, I secolo a.C. - II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  2. - Base decorata a rilievo da una testa di Gorgone, Bronzo, II- inizi del III secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  3. - Lucerna a volute doppie con testa grottesca di Gorgone, Terracotta, I secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Palagi
  4. - Bulla, Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Palagi
  5. - Amuleto fallico umanizzato e armato, Bronzo, I secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  6. - Amuleto fallico con catenella di appensione, Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  7. - Campanello (tintinnabulum), Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  8. - Amuleto con fallo alato e mano che fa le fiche, Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Universitaria
  9. - Amuleto a forma di rametto di ruta (cimaruta) con mano che fa le fiche, Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Palagi
  10. - Statuetta raffigurante il dio Arpocrate (Horus bambino), Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Palagi
  11. - Statuetta raffigurante un gladiatore, Bronzo, I-II secolo d.C. Provenienza ignota; già Collezione Palagi
  12. - Due laminette incise con iscrizioni e disegni di maledizione (defixiones). Una di esse contiene una maledizione mortale contro un tale Porcellus, di professione veterinario, e sua moglie. Piombo, IV-V sec. d.C. Provenienza ignota

Documenti